tennis.sportrentino.it
SporTrentino.it
News

Matteo Trombini e Margherita Miaroma trionfano nel Bolognani

Matteo Trombini e Margherita Miaroma. Sono loro i protagonisti del "Memorial Bolognani", prova di terza categoria valida per il Grand Prix "Trentino 2023”, organizzata dal Circolo Tennis Arco e giunta quest'anno a soffiare sulla 21esima candelina. 3.1 mantovano di Suzzara, classe 2006, Trombini, che si allena per la Mutti&Bartolucci Tennis Clinic di Castiglione, ma gioca per lo Sporting Club Sassuolo, si è preso la scena con forza, mettendo in evidenza un tennis completo e incisivo, che gli ha consentito di avere ragione di una concorrenza nutrita e agguerrita. Trombini è sbarcato di slancio in semifinale, dopo aver dominato la sfida con il giovanissimo e interessante perginese Alessio Pintarelli, classe 2008, bravo quest’ultimo a guadagnarsi un posto negli otto con una vittoria di spessore sul roveretano Alessandro Maronato, quindi ha avuto bisogno soltanto di un set per archiviare la semifinale con con il 17enne veronese Luca Morbioli, che aveva dato prova di solidità con il veterano roveretano Lorenzo Loro, salvo poi trovarsi a corto di energie a un passo dal traguardo finale. La sfida decisiva con Jonathan Guatteri, 28enne 3.2 reggiano tesserato per il circolo di casa, è corsia via intensa ed avvincente: Guatteri, già protagonista di una gran battaglia nei quarti con il 3.1 valsuganotto del Tennis Bassano Leonid Pelipei, ha lottato punto a punto con tenacia e determinazione, ma Trombini non si è mai concesso una sola distrazione ed è rimasto sempre presente e lucido nei momenti chiave. Detto della finale, va sottolineata anche la prestazione di Martin Boninsegna, 17enne di Predazzo che si allena all’Ata, il migliore dei trentini, capace di arrampicarsi sino alle semifinali dopo aver piegato il roveretano Cristiano Benedetti, altro ragazzino che andrà seguito con un occhio di riguardo. Un classe 2007 segnalatosi per un bel successo negli ottavi, 7-5 al terzo, con il 3.1 vicentino del Tc Borgo Chiese Alessandro Cella, che partiva come primo favorito del seeding.
Trionfo in casa - Carattere, determinazione, e una promettente qualità di gioco, così Margherita Miaroma, 3.2 classe 2007, che qui ad Arco giocava in casa, ha fatto sua con merito la gara femminile, respingendo l’assalto delle veronesi Chiara Zivelonghi e Bianca Maria Zanfir, trent’anni in due e avversarie toste. La Zivelonghi ha ribattuto colpo su colpo per un set, prima di perdere contatto dalla arcense, abile a non abbassare mai il ritmo, e poi a tenere in tensione il filo della sfida finale con la Zenfir. La 15enne dell’At Verona è risalita caparbiamente dopo un inizio a senso unico, ha trovato la forza per spingere il match al terzo, ma nel momento della verità la Miaroma è tornata a essere continua ed efficace da fondo, precisa nel trovare gli angoli giusti per chiudere gli scambi. Segno di carattere e personalità. Soddisfazione doppia per gli organizzatori, all’affermazione della ragazzina di Arco, si deve aggiungere il significativo successo di partecipazione del torneo che ha raccolto quasi duecento adesioni, offrendo uno spettacolo sicuramente all’altezza delle aspettative.

I risultati
Singolare maschile Terza - Quarti: Boninsegna b. Benedetti 6-3 6-0; Guatteri b. Pelipei 4-6 6-3 6-3; Trombini b. Pintarelli 6-2 6-0; Morbioli b. Loro 6-2 3-6 6-0 - Semifinali: Guatteri b. Boninsegna 6-3 1-1 rit; Trombini b. Morbioli 6-4 rit - Finale: Trombini b. Guatteri 7-6 6-4
Singolare femminile Terza - Quarti: Zivelonghi b. Cassini 6-2 6-2; Miaroma b. Dmitriev 6-3 6-2; Zanfir b. Widmann 7-5 6-3; Zotti b. Civettini 6-2 6-2 - Semifinali: Miaroma b. Zivelonghi 7-6 6-1; Zanfir b. Zotti 6-4 3-56 6-3 - Finale: Miaroma b. Zanfir 6-0 4-6 6-3

Autore
Luca Avancini

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,062 sec.