SporTrentino.it
News

Bonfiglio: D'Agostino lotta ma cede allo spagnolo Pertusa

Fuori a testa alta. Non riesce l’impresa a Stefano D’Agostino, sconfitto all’esordio nel tabellone principale del Trofeo Bonfiglio, edizione numero 61, e quinto Slam dell’anno a livello giovanile, in corso sui campi interra rossa del Tennis Club Milano Bonacossa. Il 17enne di Arco, passato quest’anno alla corte di Max Sartori, a Vicenza, si era guadagnato l’accesso al main draw del prestigioso torneo internazionale juniores passando attraverso le qualificazioni, qui aveva piegato tra gli altri il canadese Jaden Weekes, numero 227 delle graduatorie mondiali di categoria (Stefano è 1384), e il 17enne 2.5 imolese Enrico Baldisseri. Non ce l’ha fatta a scavalcare il primo durissimo ostacolo, costretto alla resa, 6-2 7-5, dal 18enne mancino spagnolo Alejandro Manzanera Pertusa, terzo favorito del seeding, e numero 15 delle classifiche Itf, uno che solo qualche giorno fa si era tolto la soddisfazione di vincere il titolo di doppio juniores sull’erba di Wimbledon, in coppia con il lituano Edas Butvilas. D’Agostino è partito un po’ contratto, subendo il palleggio profondo e incalzante, le traiettorie difficili da leggere dell’iberico, poi nel secondo set il tennista trentino ha provato a scuotersi assecondando di più l’istinto e il suo gioco aggressivo e il match è diventato improvvisamente più equilibrato e interessante. Nel momento della verità è uscita fuori però tutta la solidità mentale dello spagnolo, che si è tolto dalle spine con il servizio e la risposta, arginando l’ultimo tentativo del nostro di riaprire il punteggio. Una sconfitta con qualche piccolo rimpianto, forse, ma che nulla toglie all’ottimo torneo dell’arcense, che ha bisogno di giocare più partite possibile a questo livello per verificare i suoi margini di crescita, significativi a giudicare da quello che si è visto in un contesto così importante come il Bonfiglio. La fortuna non ha aiutato il trentino nemmeno nel doppio, giocato insieme al 17enne siciliano Giorgio Tobacco, che come Stefano si allena da Sartori; i due azzurrini hanno ceduto al primo turno dopo una durissima battaglia con i lituani Edas Butvilas e Vilius Gaubas, quarte teste di serie del tabellone, e vittoriosi in rimonta per 4-6 7-6(4) 10-7.

Autore
Luca Avancini

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.