SporTrentino.it
News

Serie C calendari campionati a squadre 2021

La serie C provinciale riallarga finalmente i suoi confini e si riscopre più convincente e intrigante. Sette formazioni maschili, cinque femminili, senza più troppi doppioni, otto circoli rappresentati e tutto il meglio o quasi della terza categoria pronto a scendere in campo a partire da domenica 2 maggio. Le premesse ci sono insomma per assistere a due tornei se non più equilibrati quanto meno più interessanti. Se parliamo di pronostici non è difficile indicare due favorite, il Ct Rovereto e le ragazze dell’Ata. Hanno rose attrezzate e complete per potersi alzare una spanna sopra le altre e puntare al salto di categoria nella fase nazionale. Il Rovereto ha una punta di spessore come il 22enne 2.3 Nicola Vidal (foto sopra), reduce dalla stimolante esperienza nei College americani alla Old Dominion University, in Virginia, può contare su un timoniere di grande esperienza, l’ex numero 161 al mondo Andrea Stoppini, in grado di calarsi efficacemente nella doppia veste di capitano-giocatore, e attingere a un gruppo di giovani da seguire con un occhio di riguardo: Elia Barozzi, Nicola Carollo e Nicholas Segarizzi, tutti 2.6. Senza dimenticare che all’occorrenza avrà la possibilità di attingere a tennisti versatili e affidabili quali sono il 2.8 rivano Bernardo Bernardinelli o l’altro Stoppini, Luca. Manca all’appello solo il 2.5 Mattia Lotti che ha scelto di disputare quest’anno la serie D1 con la maglia del Ct Riva.

LE RIVALI - Le avversarie più accreditate dei lagarini, classifiche alla mano, sono l’Ata e l’Arco. La formazione di via Fersina è ricca di talento e di perizia: ha giocatori di spessore, il 2.6 Simone Versini e il 2.7 Alessandro Buratto (foto sopra), vicentino classe 1997, entrato due anni fa a far parte dello staff dell’Ata, ed elementi di robusta caratura tecnica che possono far sentire il loro peso, quali i 3.1 Andrea Labrocca e Marlon Sterni, oltre a junior in progresso, come il 17enne Alessio Zamboni, salito anche lui al vertice della terza. Gli arcensi possono sfoggiare a loro volta un bel mix di maturità ed estro giovanile, ci sono giocatori ormai ampiamente collaudati, il 2.6 Jack Fratton e il 2.7 Alessio Bresciani, abituati da tempo a frequentare la categoria, e ragazzini che sono cresciuti parecchio negli ultimi tempi, Cristian Cauzzi classe 2003, e Martino Casolla classe 2005, tutti e due 3.1. Nella lista delle outsider si iscrivono a pieno titolo Levico e al Brentonico, hanno qualità e il fattore campo (l’erba sintetica) per dire la loro. I valsuganotti possono schierare giocatori di tempra, il 2.7 Ivan Martinelli, il 2.8 Marco Boffo, i 3.1 Gianmarco Giua e Simone Ziglio; i tennisti dell’altipiano hanno risorse consistenti e gente che conosce a fondo la categoria come i fratelli Giulio e Pietro Tranquillini, rispettivamente 2.7 e 3.1, oltre al 25enne milanese Riccardo Maria Berticelli, e a Samuel Sartori (foto sotto), entrambi in cima alla terza. L’unica incognita è legata al vivaio, il regolamento ne impone almeno uno in formazione: il giocatore più alto in graduatoria per il Brentonico è il 3.3 Lorenzo Tonolli, per il Levico il 3.4 Kristian Pedri.

L’Argentario si riaffaccia nel massimo torneo provinciale con un roster giovane e motivato, non ha seconda categoria, ma diversi terza da mettere in vetrina: il 3.1 bellunese Simone Perissinotto, il 3.1 Tommaso Saia, i 3.2 Francesco Manzoni e Nicolò Novati. Un gradino più sotto va collocato il Rovereto B, non andrà però sottovalutato perché ha un gruppo di ragazzi in ascesa, il 3.1 David Simoncelli, classe 2006, i 3.2 Alberto Tengattini e Leonid Pelipei. Sarà girone unico, la prima classificata oltre al titolo si guadagnerà l’accesso alla fase nazionale, l’ultima scenderà in D1, alla penultima toccherà la coda dei play-out.

PRIME DONNE - Cinque le formazioni in gara nella serie C femminile, due sono dell’Ata, con la prima designata a recitare la parte della protagonista assoluta. Per la profondità della rosa, ma anche e soprattutto per la qualità che può mettere in campo. Il gruppo è agguerrito e pronto mordere, guidato dalla giovanissima Vittoria Segattini (foto sopra), 2.5 classe 2007, campionessa italiana under 13, affiancata da un terzetto di 2.6 tosto e determinato che comprende Sveva Bernardi, Noemi Maines e Anita Pantezzi. A queste vanno aggiunte la 2.7 Martina Schmid e la 2.8 Alessandra Versini. Toccherà invece alla piccola Lisa Tomasi, recente vincitrice del torneo di terza della Ata, e a Rebecca Moik scortare le seconde linee atine, magari a caccia di un posto sul podio. Obiettivo delle altre: l’Arco, con la 3.2 Simona Corso, la giovanissima 3.3 Federica Civettini e la 3.4 Virginia Torboli; il Darzo, che si è assicurato la 24enne 2.7 bresciana Francesca Bonometti (foto sotto), figlia dell'ex capitano del Brescia Calcio Stefano, destinata ad affiancare la 3.4 Mirella Eccli e la 3.5 Veronica Fusi, e il Centro Tennis Val di Non che si aggrapperà alla vena delle sue giocatrici simbolo, la 2.8 Giulia Maistrelli (foto in basso) e la 3.3 Elena Santini. La prima classificata dovrà affrontare la finale regionale per aprirsi le porte del tabellone nazionale, la buona notizia per tutte è che non ci saranno retrocessioni in D.

Il programma della prima giornata (domenica 2 maggio)
Serie C maschile: Rovereto B - Rovereto A; Brentonico - Argentario; Levico - Ata Trentino; riposa: Arco
Serie C femminile: Ata Trentino A - Ata Trentino B; Arco - Centro Val di Non; riposa: Darzo

Autore
Stefano Sembenotti

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,422 sec.