tennis.sportrentino.it
SporTrentino.it
News

Itf junior a Marsa: terza finale per Vittoria Segattini

Ha ritrovato fiducia e convinzione Vittoria Segattini. E le coordinate del suo miglior tennis, sorretto dall’abituale ostinazione e caparbietà. E così è tornata anche a vincere, sui campi di Marsa, nell’isola di Malta dove era in programma il torneo Itf 60 riservato agli junior. La 16enne di Riva si è fermata a un passo da quello che sarebbe stato il suo primo titolo nel circuito, piegata solo dalla principale favorita, la britannica Sarah Copley. Una punta appena di rammarico, perché il torneo sul cemento maltese le ha restituito tante belle sensazioni e la conferma di un percorso in crescita, riattivato negli ultimi mesi di allenamenti al Ct Rovereto.

Il torneo - Un esordio in salita con l’ostica belga Marie Eennaes, che si era presa un set di vantaggio, poi due prove di solidità con la cinese Kuai Jiananxi e la rumena Maria Teodorescu, undicesima favorita del seeding, regolata in due set. Nei quarti lo scoglio più duro da superare, rappresentato dalla 16enne tedesca Sophia Ksandinov, terza testa di serie del tabellone, un tennis molto aggressivo che la Segattini ha faticato in avvio ad arginare. La bavarese è partita a razzo, ma quando ha sollevato un attimo il piede dall’acceleratore si è ritrovata subito addosso la gardesana, brava a tenere la barra dritta anche dopo un parziale senza sbocchi e a reagire con decisione e forza all’inizio del secondo set. Reazione che ha rovesciato l’inerzia del match, tutta dalla parte della Segattini, lucida e determinata nelle scelte di gioco. Scelte che le hanno consentito di dominare la sfida di semifinale con un’altra tedesca, Sophie Triquart, in gara grazie a una wild card e sbucata dalla parte bassa del tabellone dopo aver messo sotto la numero due britannica Tia Bonita Jakupovic-Jljako e la numero cinque greca Theodora Kousiou. La Triquart ha provato a tenere botta per un set, poi la Segattini le ha chiuso ogni sbocco offensivo impugnando con sempre maggiore determinazione il timone degli scambi.

La finale - La trentina si è così assicurata il pass per la finale, la terza della sua giovane carriera in una prova Itf junior, dopo le due centrate un anno fa, a Seefeld e a Paola, proprio qui a Malta, ha dovuto però rinviare l’appuntamento con il suo primo alloro internazionale, troppo solida si è rivelata la 17enne inglese Sarah Copley, già vincitrice quest’anno di un titolo a Liverpool. La sfida con la testa di serie numero uno del torneo, 566 delle classifiche mondiali di categoria, è rimasta in tensione solo nel primo set, giocato con coraggio dalla nostra. Non è bastato per incrinare le sicurezza della Copley, abile a gestire e interpretare il momento cruciale del match, il tie-break, vinto 7 punti a 4. Sulla slancio la tennista inglese ha preso campo e fiducia per chiudere il confronto, dopo quasi due ore di lotta, con il punteggio di 7-6 6-2.

Autore
Luca Avancini

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,671 sec.