tennis.sportrentino.it
SporTrentino.it
News

Campionati di seconda: Trevisan, la regina che non ti aspetti

La regina che non ti aspetti. Federica Trevisan, 20enne mestrina del Ct Giotto, stupisce e sorprende tutti ai Campionati italiani di seconda a Rovereto. Per il modo deciso con cui butta giù dal trono la campionessa in carica, Anastasia Grymalska. Due vigorose spallate e la 32enne 2.1 italo-ucraina, ex numero 213 nel mondo, è costretta ad abdicare, non c’è partita, o quasi, in finale con la Trevisan che martella il campo dall’inizio alla fine con un’aggressività e una intensità tali da lasciare senza difese la principale favorita del tabellone. La sfida dura appena un’ora e quindici minuti, Federica si prende tutta la scena con merito, domina gli scambi, sempre all’attacco, sempre alla ricerca del punto. Come aveva fatto nel quarto con Giorgia Pinto, e nella semifinale con Matilde Mariani. “Ho cercato di fare il mio gioco, di accorciare il più possibile gli scambi, perché sapevo che avevo di fronte avversarie più solide dal punto di vista fisico. E’ andata bene”, racconta con un sorriso e una naturalezza disarmanti.
Fiducia e convinzione - Eppure si è dimostrata più forte non solo delle sue rivali, ma anche e soprattutto del caldo feroce dell’ultima settimana, con la temperatura che sconfinava spesso ben oltre i trenta gradi, l’umidità che toglieva il fiato. Più forte della fatica, delle tante partite, ben otto, sostenute per arrivare alla finale passando dalle qualificazioni, come le imponeva la classifica di 2.6. Nel tabellone principale aveva dovuto subito gestire due match complicati, con la sarda Barbara Dessolis e la romana Alice Amendola, che si era presa pure un set di vantaggio. Vittorie sofferte, che l’hanno caricata, le hanno trasmesso fiducia. “E’ vero, da quel momento ho cominciato a giocare sempre meglio, mi sentivo più sicura e convinta”, conferma lei. Pochi però avrebbero scommesso su una sua vittoria, dopo aver salvato quattro match point con la beniamina di casa Elisa Visentin, la Grymalska pareva tornata pienamente padrona del torneo. Sensazione ribadita dalla prova di forza in semifinale con un’ottima Enola Chiesa. “Sono arrivata a Rovereto senza troppe aspettative - racconta la Trevisan - sono sincera, non me l’aspettavo nemmeno io di giocare così bene, di riuscire a vincere il torneo. Una soddisfazione incredibile, la più bella della mia vita. In finale ho cercato di non pensare alla pressione, al risultato, c’era il rischio di sentirsi in soggezione di fronte a una giocatrice che è stata così in alto in classifica e che è ancora molto competitiva.”
Consapevolezza nuova - A 13 anni Federica era una ragazzina molto promettente, seguita con un occhio di riguardo dalla Federazione, poi, dopo due titoli junior Itf, la decisione di varcare l’Oceano per proseguire gli studi e continuare a giocare alla Rice University di Houston. E’ scesa di qualche gradino in classifica, ma il suo tennis è cresciuto. “Penso di essere migliorata molto al College, i ritmi lì sono tosti, ma ho potuto allenarmi nelle migliori condizioni. Adesso voglio godermi al massimo questa esperienza, finire gli studi e poi si vedrà. Lo scudetto? Mi ha dato una consapevolezza nuova, la tentazione di intraprendere la via del professionismo. E’ dura, ma ci sto pensando. Giusto per non avere rimpianti poi.” Nessun rimpianto invece per la Grymalska, la tennista di Kiev non lascerà Rovereto a mani vuote, sabato aveva già messo al sicuro lo scudetto di doppio, conquistato in coppia con la 18enne siciliana Anastasia Abbagnato. Freschezza ed esperienza, le due s’impongono in una finale a senso unico con la piemontese Enola Chiesa e la toscana Matilde Mariani. Vince anche il Circolo Tennis Rovereto, l’organizzazione è stata impeccabile, e ha superato l’esame a pieni voti, merito di una regia accorta e attenta, guidata dall’ex numero 161 al mondo Andrea Stoppini.
I risultati - Singolare femminile - Finale: Trevisan b. Grymalska 6-3 6-1. Doppio- Finale: Abbagnato-Grymalska b. Chiesa-Mariani 6-2 6-2

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.