SporTrentino.it
News

Pietro Pecoraro e Caterina Odorizzi conquistano Pergine

Pietro Pecoraro e Caterina Odorizzi. Sono loro a salire sul tetto del 49esimo Città di Pergine, uno degli appuntamenti classici del Grand Prix “Trentino”, secondo Open della stagione estiva. Fresco vincitore del titolo provinciale, Pietro Pecoraro ha ribadito di essere in condizione e in palla, ha tolto presto ogni sicurezza ai rivali con un tennis scapigliato e contundente e con quell’attenzione nelle scelte che gli ha permesso di limitare al minimo gli errori e di recuperare sempre in tempo il filo del gioco. E’ successo nella semifinale con il rivano Mattia Lotti, tornato in partita dopo un set a senso unico, e nella finale con un ottimo Alvise Zarantonello, una sfida mai realmente sfuggita dalle mani del 25enne 2.5 di Telve. Zarantonello era stato abile a farsi strada nella parte alta del tabellone, presidiata dal 23enne 2.4 genovese della Pro Recco Paolo Dagnino, intrappolato già all’esordio nelle fitte trame del 18enne 2.6 di Caorle Davide Galvanin. Il 32enne 2.6 di Levico aveva disinnescato subito un rivale pericoloso come Stefan Vedovelli, finalista agli ultimi provinciali, quindi era stato pronto a rimontare e piegare alla distanza proprio Galvanin. Arrivato in fondo ha dovuto fare i conti con un avversario in gran forma, che ha controllato bene gioco e punteggio nel primo set. Nel secondo il levicense ha provato a ribellarsi con coraggio e il match è diventato più equilibrato, Zarantonello ha tenuto la testa avanti a lungo, ma si è smarrito sul più bello, quando ha mancato due palle per salire 5-4 commettendo i primi due doppi falli della partita, un passaggio a vuoto prontamente sfruttato dal valsuganotto del Ct Trento.

La Odorizzi ha confermato di aver ritrovato fiducia e convinzione, ha impiegato un set a scrollarsi di dosso sia la tenace resistenza della 17enne arcense dell’Ata Alessandra Versini in semifinale, che quella della 21enne 2.6 del Ct Trento Viola Cioffi nell’incontro decisivo. I due match hanno seguito un andamento simile, la Cioffi, che in precedenza, aveva ben controllato la giovanissima 2.7 dell’Ata Lisa Tomasi, ha giocato almeno per un set a viso aperto, ma la 19enne 2.6 nonesa ha sempre tenuto bene in tensione la gara sino a dominarla con un secondo parziale di grande applicazione, solidità difensiva, e tenuta fisica.

Decisamente ricco il programma della manifestazione che prevedeva anche le prove giovanili, capaci di coinvolgere una sessantina di ragazzini e restituire qualche risultato inatteso. Bravo, a questo proposito, il roveretano Denis Emanuelli, classe 2010, che è riuscito a rovesciare le gerarchie nell’under 12: si è imposto in semifinale sul principale favorito, il compagno di circolo Patrick Zeni, quindi in finale con Davide Franzoi dell’Argentario. Tra le ragazze ha dominato con piglio energico Sally Bazzanella, sicura in finale con Bianca Gecele dell’Ata, ragazzina che continua a collezionare buoni piazzamenti. Piccola sorpresa anche nell’under 14, dove a prendersi con merito la scena è stato il 4.3 Pietro Bianconcini, 2008 dell’Ata, attento in finale con il 4.5 di casa Alessio Pintarelli, protagonista dell’eliminazione del 4.3 del Ct Trento, Jacopo Zago, il giocatore più accreditato in termini di classifica. Pronostici rispettati invece nella gara femminile, conquistata dalla 3.3 arcense Federica Civettini.

Nel segno autorevole dell’atino Andrea Masnovo l’under 16, in finale ha dovuto arrendersi anche Mattia Covi del Ct Calisio; successo nel femminile di Angelica Sinisgalli, 4.1 dell’Ata, era la favorita, ma non ha potuto abbassare la guardia in finale con Ludovica Modena dell’Argentario, che l’ha costretta al super tie-break.
Ha messo in bella mostra le sue promettenti qualità nell’under 10 il valsuganotto Pietro Cogliandolo, il giovanissimo tennista del Ct Borgo ha lasciato appena tre games in altrettanti incontri, tutti nella semifinale con Filippo Sartori di Brentonico. Altrettanto ha fatto la piccola valtellinese Isabella Rampazzo, figlia d’arte tesserata per il Tc Morbegno, che si è presa con decisione la finale con Greta Sinisgalli, 2012 dell’Ata.

Singolare maschile Open
Quarti: Galvanin b. Dagnino 7-6 2-6 7-5, Zarantonello b. Vedovelli 6-3 6-2, Pecoraro b. Santuari 6-1 6-0, Lotti b. Cella 6-1 6-3
Semifinali: Zarantonello b. Galvanin 4-6 6-1 6-4, Pecoraro b. Lotti 6-0 7-5
Finale: Pecoraro b. Zarantonello 6-3 6-4
Singolare femminile Open
Quarti: Versini b. Pasa 6-4 6-1
Semifinali: Odorizzi b. Versini 7-6 6-1, Cioffi b. Tomasi 6-2 6-3
Finale: Odorizzi b. Cioffi 7-6 6-2

Under 10 maschile
Semifinali: Cogliandolo b. Sartori 6-1 6-2, Lattisi b. Vicentini 6-4 3-6 10-4
Finale: Cogliandolo b. Lattisi 6-0 6-0
Under 10 femminile
Finale: Rampazzo b. Sinisgalli 6-1 6-1
Under 12 maschile
Semifinali: Emanuelli b. Zeni 7-5 6-2, Franzoi b. Conci 6-1 7-6
Finale: Emanuelli b. Franzoi 6-4 6-3
Under 12 femminile
Semifinale: Bazzanella b. Frizzi 6-3 6-1, Gecele b. Brkic 6-4 4-6 10-4
Finale: Bazzanella b. Gecele 6-3 6-0
Under 14 maschile
Semifinali: Pintarelli b. Zago 6-4 6-2, Bianconcini b. De Nardis 6-4 7-6
Finale: Bianconcini b. Pintarelli 6-4 6-2
Under 14 femminile
Semifinali: Fauri b. Malic 6-3 6-2
Finale: Civettini b. Fauri 6-2 6-1
Under 16 maschile
Semifinali: Covi b. Carreca 6-3 1-6 10-3, Masnovo b. Biscaglia 6-0 6-3
Finale: Masnovo b. Covi 6-3 6-3
Under 16 femminile
Semifinali: Modena b. Maistri 6-0 6-1
Finale: Sinisgalli b. Modena 6-1 4-6 10-6

Autore
Luca Avancini

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.