tennis.sportrentino.it
SporTrentino.it
News

Campionati Provinciali: titoli a Elia Barozzi e Noemi Maines

Elia Barozzi e Noemi Maines, sono i primi campioni Activa, un bello spot per il Grand Prix che ha appena rinnovato la sua immagine e che sui campi in terra rossa del Circolo Tennis Trento ha assegnato i titoli assoluti individuali 2024. Successi legittimi, sia quello del 22enne 2.5 del Ct Rovereto, che quello della 17enne 2.4 dell’Ata, diversi nel carattere, ma accomunati dalla volontà e dalla determinazione. Elia Barozzi ha corso meno rischi in finale con il 27enne di casa Eugenio Candioli, vero che ha faticato nei primi games a sfondare le robuste difese del 2.8 del Ct Trento, ma di fronte aveva un giocatore che vale sicuramente più della sua attuale classifica, per sensibilità e per le doti di incontrista. Barozzi è rimasto sempre bello concentrato, non ha avuto fretta di trovare le soluzioni e una volta scollinato il primo set ha cominciato ad aprirsi con più facilità il campo sfruttando la maggiore incisività del diritto. Ritmo e intensità le chiavi che avevano permesso al tennista roveretano, che studia economia aziendale all’Università di Fairmont (lo scorso maggio ha ricevuto il premio come studente-atleta con la media cumulativa dei voti più alta di tutta la NCAA), di dominare anche la sfida di semifinale con un altro pericoloso contrattaccante qual è Alvise Zarantonello. Candioli aveva provveduto invece a dare una vigorosa spallata al tabellone eliminando il giocatore più accreditato in termini di classifica, il solandro dell’Ata Leo Penasa, 2.4 classe 2007, ancora alla ricerca della migliore stagione in questa prima parte di stagione. Penasa aveva trovato la forza di reagire a un primo set giocato a corrente alterna e mai con la necessaria incisività nei momenti chiave, ma nel terzo e decisivo set Candioli si è ripreso la partita con sicurezza, sfruttando le incertezze del rivale.

Maines regina - Vittoria con il brivido per Noemi Maines, era la favorita, ma ha avuto bisogno di tre set per portare a casa un match spigoloso ed equilibrato con la 3.1 roveretana del Ct Trento Carolina Cestarollo, classe 1997, salita notevolmente di livello nel corso della stagione dopo qualche anno di inattività. Carolina, che in semifinale aveva aggirato bene la sfida con la 2.7 dell’Ata Sveva Bernardi, è stata più costante e regolare nel gioco, almeno per due set, ha replicato decisa dopo aver perso il tie-break, ed è stata abile a infilarsi nei vuoti lasciati dalla più giovane avversaria, mai troppo continua in spinta e tentata spesso di forzare il gioco per liberarsi dello scambio. La Cestarollo è partita bene pure nel terzo e decisivo set, ma la Maines è rimasta comunque dentro la partita, e, cosa ben più importante, è riuscita ad alzare il livello del suo tennis nel momento più caldo, cominciando a giocare più vicino alle righe. Doppia piccola delusione per la Cestarollo, che si è lasciata sfuggire anche il titolo del terza. Era arrivata in fondo senza lasciare nemmeno un game alle malcapitate avversarie, ma nella sfida decisiva ha dovuto fare i conti con il carattere e la qualità di palleggio della compagna di squadra Lucrezia Maffei, 3.1 classe 2001, brava ad aggredire inizialmente la partita, e a recuperare il filo del gioco dopo la rabbiosa reazione della rivale. Il match si è deciso al tie-break del terzo set, condotto in porto con coraggio dalla Maffei.

Le altre gare - Monologo del maestro di casa Gianluca Gatto nel tabellone di terza: il 3.2 di origine genovese, classe 1974, ha dimostrato di possedere al momento un’incisività e una velocità di palla ancora sconosciuta ai suoi rivali di categoria, compresi quelli più giovani e in ascesa come il 3.1 atino Nicolò Campetti e il 3.3 del Ct Pergine Gabriele Valentini, piccola rivelazione del torneo, tutti e due classe 2008. Cinque games appena concessi in quattro partite, bastano le cifre per raccontare la superiorità tecnica dell’ex numero 300 al mondo. Piena di promesse la finale del quarta maschile, protagonisti Nicholas Pallanch del Ct Trento e Riccardo Ziglio del Ct Rovereto, 27 anni in due. L’ha spuntata Pallanch, più solido e pungente negli scambi. Nel quarta femminile titolo ad un’altra giovanissima, l’arcense Asia Ferrari, classe 2010, abile a sorprendere nei quarti la favorita Margherita Maistri, e a gestire poi con bella personalità la finale con la 23enne 4.2 del Ct Pergine Isabel Sadler, emersa di forza dalla semifinale con Martina Taddei.

Nel doppio di terza titolo ai fratelli del Calisio Andrea e Franco Boscheri che hanno ben interpretato la finale con i roveretani Lorenzo Loro e Giacomo Turella. Decisamente più avvincente la sfida decisiva del doppio di quarta, qui hanno avuto la meglio altri due fratelloni dell'At Levico, Andrea e Claudio Stefenelli, che si sono imposti 13-11 nel super tie-break dopo aver cancellato un match point a Giorgio Dalsasso e Stefano Ravelli.

Tutti i risultati

Singolare maschile Open - Quarti: Candioli b. Pintarelli 7-5 6-3; Zarantonello b. Campetti 6-2 6-2; Barozzi b. Valentini 6-0 6-2 - Semifinali: Candioli b. Penasa 7-6 1-6 6-3; Barozzi b. Zarantonello 6-2 6-2 - Finale: Barozzi b. Candioli 6-4 6-2

Singolare femminile Open - Quarti: Maffei b. Agliocchi 6-2 6-0; Cestarollo b. Widmann 6-1 6-1 - Semifinali: Maines b. Maffei 6-2 6-1; Cestarollo b. Bernardi 6-4 6-1 - Finale: Maines b. Cestarollo 7-6 3-6 6-3

Singolare maschile Terza - Quarti: A. Boscheri b. Bertolini 6-0 6-3; Valentini b. S. Del Dot 6-4 6-0; Gatto b. F. Boscheri 6-0 6-0; Campetti b. Turella 6-0 6-3 - Semifinali: Valentini b. Boscheri 6-1 6-1; Gatto b. Campetti 6-1 6-1 - Finale: Gatto b. Valentini 6-1 6-1

Singolare femminile Terza - Quarti: Cestarollo b. Agliocchi 6-0 6-0; Tamindzic b. Lavarini 7-6 6-1; L. Modena b. Sgarbossa 7-5 6-3; Maffei b. Widmann 6-2 6-2 - Semifinali: Cestarollo b. Tamindzic 6-0 6-0; Maffei b. Modena 6-0 6-1 - Finale: Maffei b. Cestarollo 6-2 0-6 7-6

Singolare maschile Quarta - Quarti: Ziglio b. Versini 7-5 6-1; Avancini b. F. Maistri 6-4 6-4; Pallanch b. Dato 6-1 6-3; Marchi b. Cristoforetti 6-1 6-2 - Semifinali: Ziglio b. Avancini 6-0 6-3; Pallanch b. Marchi 6-2 6-1 - Finale: Pallanch b. Ziglio 6-3 6-4

Singolare femminile Quarta - Quarti: Ferrari b. Maistri 6-1 6-4; Menapace b. Vichi 6-3 6-1; Sadler b. Moro 3-6 6-1 10-6; Taddei b. Bosco 6-4 6-2 - Semifinali: Ferrari b. Menapace 7-6 6-2; Sadler b. Taddei 6-2 6-1 - Finale: Ferrari b. Sadler 6-2 6-1

Doppio maschile Terza - Finale: Boscheri-Boscheri b. Loro-Turella 6-3 6-2

Doppio maschile Quarta - Finale: Stefenelli-Stefenelli b. Dalsasso-Ravelli 6-4 4-6 13-11

Autore
Luca Avancini

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.