tennis.sportrentino.it
SporTrentino.it
News

Il tennis come inclusione scolastica: l'esperienza a Rovereto

L'Attività sportiva paralimpica è stata presentata al corso di formazione e aggiornamento “Il tennis come inclusione scolastica”, organizzato da “Iprase” con la collaborazione del Comitato Provinciale F.I.T.
I 30 Insegnanti di scienze motorie e sportive delle scuole primarie, secondarie di primo grado e secondo grado della Provincia Autonoma di Trento, hanno partecipato con molto entusiasmo e tanta curiosità all’evento ospitato per l’occasione dal Circolo Tennis Rovereto.
Il corso di aggiornamento, aperto ai primi 30 iscritti in ordine temporale, ha avuto luogo sabato 12 novembre sui campi del circolo tennis Rovereto, con 6 ore di formazione perfettamente condotte dal Tecnico del Comitato F.I.T. Fabrizio Senatore e dall’Istruttore Alberto Tengattini, coordinati dal Prof. Matteo Lazzizzera.
Il corso si è aperto con i saluti di rito da parte del Presidente del Comitato Italiano Paralimpico territoriale di Trento Massimo Bernardoni, che ha elogiato l’organizzazione per la promozione dello sport attraverso la disabilità, sempre più elemento cardine di inclusione scolastica. Presente all’incontro anche il Delegato Regionale F.I.S.D.I.R. Paolo Pettinella che ha sottolineato come l’incidenza della disabilità cognitivo-relazionale sia ampiamente superiore a quella fisica e sensoriale e quindi il bisogno necessario di includere sempre più bambini, ragazzi, adulti sia all’interno della scuola che delle società sportive. Ha presenziato ai saluti di benvenuto anche Carlo Baroni, membro del consiglio direttivo del C.T. Rovereto che ha ringraziato l’organizzazione per aver scelto il proprio sodalizio come sede dell’evento.

Il programma del corso è stato incentrato sull’acquisizione delle competenze tecniche di base necessarie all’insegnamento del tennis inclusivo a scuola, con particolare riferimento al mini-tennis, nelle classi 5^ della scuola primaria e all’avviamento al tennis nelle scuole secondarie di primo e secondo grado. Al mattino, durante la lezione pratica collettiva, dove erano presenti anche due fortissimi atleti paralimpici della F.I.S.D.I.R. Beatrice Pedrotti e Francesco Peterlini, è stata simulata la didattica da proporre, anche in palestra, agli studenti circa i principali fondamentali tennistici: il diritto, il rovescio, il servizio, i colpi al volo, nonché la tecnica degli spostamenti e le regole del gioco. Nel pomeriggio, che si è aperto con i saluti dal coordinatore provinciale per l’educazione fisica e sportiva Prof. Giuseppe Cosmi, con la presenza di Maurizio Cagol, atleta paralimpico e membro del Comitato Italiano Paralimpico territoriale di Trento è stato possibile provare il tennis con l’ausilio di una carrozzina, proprio per mettersi nei panni degli alunni con disabilità fisica. Particolare rilevanza è stata data alla tecnica di spostamento in campo con la carrozzina, ai colpi di inizio di gioco ed ai principali esercizi da far eseguire all’interno del contesto classe.
La giornata si è conclusa con un briefing finale, dove sono emersi spunti interessanti ed apprezzamenti per l’ottima riuscita del corso e con il saluto dei relatori a tutti i partecipanti, dando appuntamento al prossimo anno scolastico.

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,484 sec.