SporTrentino.it
News

Angelica Moratelli non va, la trentina eliminata in Tunisia

Pazienza. Ne ha bisogno Angelica Moratelli per ritrovare ciò che le manca in questo momento, confidenza, sicurezza, autostima. Qui in Tunisia la 26enne di Lavis aveva sempre trovato un angolo di luce caldo e rassicurante, ma sui campi in cemento dell’Hotel Skanes Family di Monastir dove staziona da qualche settimana il circuito Itf, il suo tennis non brilla ancora, anzi, continua a scorrere piatto e prevedibile. Due quarti da principale favorita, solo un secondo turno adesso, sconfitta dalla francesina Nina Radovanovic, e sempre da prima testa di serie del tabellone. Prove sottotono e sotto traccia. La trentina, che occupa la posizione numero 481 nel ranking mondiale, non riesce a scuotersi e a respingere l’assalto delle giovani rivali che conoscono l’arte della guerriglia, l’ultima in ordine di tempo la 17enne di Beaucourt, partita dalle qualificazioni, e pronta ad afferrare qui in Tunisia i suoi primi punti Wta, proprio grazie al successo sulla nostra che le ha spalancato le porte dei quarti di finale. La Radovanovic si è imposta per 6-4 6-3 in un’ora e venticinque di gioco, Angelica, che aveva già faticato all’esordio per piegare l’altra transalpina Yasmine Mansouri, numero 877 (7-6 6-4), ha subito per larghi tratti del match l’aggressività della sua rivale, abile con il diritto mancino ad aprirsi il campo e a trovare angoli vincenti. La Moratelli ha ricucito lo strappo iniziale, da 0-2 a 3-2, ma sul 4-4 ha ceduto nuovamente il servizio e la Radovanovic ne ha approfittato per incamerare il parziale. Sullo slancio la francese è salita sul 4-2, ha salvato con coraggio due palle del contro break e ha chiuso poi il discorso alla prima occasione, senza tremori o esitazioni.

DOPPIO KO - La trentina ha provato a consolarsi in doppio, insieme alla 21enne finlandese Anastasia Kulikova (semifinalista in singolo): le due, accreditate della prima testa di serie, hanno schiantato 6-1 6-1 in appena cinquanta minuti la sfida dei quarti con la 20enne milanese Asya Colombo e la 18enne altoatesina Laura Mair, ma hanno poi ceduto il posto in finale alla polacca Weronika Falkowska e alla slovacca Viktoria Morvayova, quarte favorite del seeding, vittoriose per 7-6(3) 3-6 10-3. La Falkowska e Morvayova hanno comandato il punteggio nel primo set, le nostre sono rientrate dall'iniziale 0-2 recuperando il break, ma il tie-break è stato dominato dalle rivali. La Moratelli e la Kulikova hanno reagito nella seconda frazione salendo subito sul 3-0, e gestendo bene il vantaggio, ma l'inerzia si è nuovamente rovesciata nel super tie-break che la polacca e la slovacca hanno aggredito con più decisione e convinzione.

Autore
Luca Avancini

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.