SporTrentino.it
News

Deborah Chiesa doppio passo in avanti ai Campionati di seconda

Un rientro quasi soft. Deborah Chiesa è ripartita da due match non troppo complicati, necessari per ritrovare confidenza e sicurezza. La 24enne di Trento ha superato la roveretana Elisa Visentin 6-2 6-0 e la ligure Ester Ivaldo 6-0 6-4, e si è accomodata così agli ottavi di finale ai Campionati Italiani di seconda categoria in corso sulla terra rossa del Tc Ancona. Una doppia prova autorevole e abbastanza convincente che ha provveduto ad allontanare in fretta i cattivi pensieri, fugato qualche dubbio sulla tenuta e restituito una piccola, ma preziosa iniezione di fiducia alla 24enne di Trento, quello che più serviva dopo i dieci lunghi mesi di stop. C’era curiosità per il debutto con la Visentin, una giocatrice che Debby conosce bene e con la quale si è allenata in passato sui campi di Rovereto, ma il match non ha avuto storia: la Chiesa si è scrollata subito di dosso la pressione, quella che invece ha un po’ frenato Elisa, ha aggredito decisa con il servizio e la risposta costringendo sulla difensiva la 20enne roveretana che ha faticato ad organizzare una reazione, costretta sempre a rincorrere in affanno. E’ finita 6-2 6-0 per la Chiesa, che aveva bisogno di ritrovare soprattutto intensità e continuità; esibita a sprazzi anche in serata, quando la trentina è tornata nuovamente in pista per affrontare la 2.4 ligure Ester Ivaldo, classe 2001. Debby ha mantenuto alta la concentrazione, imprimendo un ritmo sostenuto agli scambi, un piccolo calo di tensione sul 4-2 nel secondo set ha consentito alla tennista di Savona di rientrare in partita, ma la nostra è riuscita comunque a chiudere senza troppi affanni 6-4.

FUORI MONICA E SVEVA - Positivo era stato anche l’esordio di Monica Cappelletti, la 21enne 2.3 dell’Argentario alla ricerca della migliore condizione dopo un 2020 sin qui in chiaroscuro, si è sbarazzata rapidamente della 17enne 2.6 torinese Maria Luna Meneguzzo, ma non è riuscita a superare il solido ostacolo rappresentato dalla 2.4 piemontese Sveva Mazzarri, che ha prevalso al super tie-break, 2-6 7-6 10-5, al termine di un match che ha seminato più di un rimpianto per la trentina, sempre avanti nel punteggio.
Disco rosso anche per Sveva Bernardi, la giovane 2.5 dell’Ata, classe 2004, ha ceduto alla 2.4 toscana Vittoria Avvantaggiati, 6-1 6-0 lo score, che non racconta delle tante occasioni sprecate in avvio dalla trentina che con più attenzione avrebbe potuto imprimere una direzione diversa al match, scivolato via a senso unico.
Eliminata Sveva pure in doppio, giocato con la compagna di circolo Martina Schmid, le due sono state sconfitte 7-5 7-6 da Sofia Avateneo e Giorgia Dominici; out anche Caterina Odorizzi e l'altoatesina Linda Mair, battute 6-1 6-1 da Adele Burato e Gloria Ceschi.

Autore
Luca Avancini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,016 sec.