SporTrentino.it
News

Serie B: giornata nera per le nostre, tutte sconfitte

Che fosse dura lo sapevano un po’ tutti in piazza Venezia. E nessuno si era fatto delle illusioni e né tantomeno ha fatto un dramma per il pesante 6-0 incassato dal Ct Trento con lo Scaligero Verona all’esordio nel campionato di serie B maschile. Troppa d'altra parte la differenza di valori in campo, gli ospiti hanno schierato anche Riccardo Bellotti, il 28enne tennista nato a Vienna da padre rivano, ex numero 199 al mondo nel 2017, per dieci lunghe stagioni colonne dell’Ata. Bellotti è diventato di recente papà e ha spostato le sue attenzioni su altri obiettivi: “Non gioco più tanto a livello internazionale - ha raccontato - d’ora in avanti voglio usare il tempo per stare con mia figlia. Continuo ad allenarmi tutti i giorni, ma al momento non ho intenzione di viaggiare, perché voglio essere disponibile per la mia famiglia.” Dovrebbe comunque disputare la Bundesliga con il Tc 1860 di Rosenheim, e di certo potrà dare una grossa spinta allo Scaligero nella rincorsa alla serie A2. Pietro Pecoraro, diviso a sua volta tra agonismo e insegnamento, non ha sfigurato sul piano del palleggio, ma è riuscito soltanto a strappare qualche bel punto senza mai dare la reale impressione di poter scalfire le certezze tecniche dell’ex tennista dell’Ata, sempre padrone del gioco e del punteggio. Senza storia anche gli altri match: il veterano valtellinese del Ctt Sasha Rampazzo non è mai entrato in partita con l’austriaco Thomas Statzberger, viennese classe 1992, ex numero 433 al mondo nel 2018, troppo incisivo con il servizio e il diritto, qualche games in più hanno strappato i più giovani della compagnia: Matteo Fondriest, che ha provato coraggiosamente a tenere botta da fondo con il 18enne 2.4 Niccolò Pozzani, e Pietro Biscaglia che ha retto in avvio il confronto con il 2.8 Federico Caruso, prima di finire presto in apnea. Discorso chiuso quindi già al termine dei singolari, con lo Scaligero che ha incamerato poi di forza anche i due punti del doppio. Il Ct Trento concluderà la sua brevissima avventura nel torneo cadetto tra sette giorni sui campi veneziani del Ca’ del Moro, ieri a riposo. Servirà una vittoria per evitare la retrocessione diretta, ma è chiaro che si tratta di una missione impossibile. “Andremo a Venezia a giocarci la salvezza con la massima serenità, consapevoli della nostra forza e dei nostri limiti - ha spiegato il presidente del Ct Trento Stefano Sembenotti - La squadra non è mi dispiaciuta, l’obiettivo con Verona era non sfigurare e i ragazzi hanno fatto il loro con impegno. Non ho visto un divario così netto, i punteggi ci hanno un po' penalizzato.”

Serie B maschile - Risultati della prima giornata - Girone 14

CT TRENTO MEDIOLANUM - SCALIGERO VERONA 0-6

Bellotti (S) b. P. Pecoraro 6-1 6-1, Statzberger (S) b. Rampazzo 6-0 6-1, Caruso (S) b. Biscaglia 6-3 6-0, Pozzani (S) b. Fondriest 6-2 6-2, Statzberger (S) b. Rampazzo 6-0 6-1, Ferrari-Statzberger (S) b. Cristellotti-Fondriest 6-3 6-0, Bellotti-Pozzani (S) b. Biscaglia-P. Pecoraro 6-3 6-4

Classifica: Scaligero Verona (1) punti 3, Tc Ca’ del Moro Venezia (0) e Ct Trento (1) punti 0

Così il Prossimo turno - Seconda Giornata - Domenica 12 luglio (ore 15): Tc Ca' del Moro Venezia - Ct Trento

Una piccola doccia fredda. L’Argentario cade sulla terra rossa padovana del Plebiscito e vede già compromesse in partenza le sue speranze play-off nella B femminile. Battute anche le ragazze del Ct Trento, sui campi del Tc Padova, ma è una sconfitta questa che non brucia, nonostante il passivo, gli obiettivi qui erano altri. Sorprende e non poco invece la prova decisamente negativa della 23enne bulgara Julia Terziyska, n.446 Wta, tre titoli Itf di singolare, l'ultimo in febbraio a Stoccarda, la giocatrice che avrebbe dovuto aggiungere peso e qualità alla formazione di Cognola. Invece la bulgara è rimasta ingolfata di fronte ad una avversaria, la 27enne Federica Arcidiacono, decisamente in palla e su di giri. Ha subito per un set le iniziative della padovana, poi è sparita dal campo nel secondo. Chi non tradisce mai nell’Argentario è Monica Cappelletti che ha costruito la solita gara di pazienza, determinazione e carattere con la 24enne romana Giulia Crescenzi, 2.3 come la trentina, tennista che aveva ritrovato continuità nel circuito Itf risalendo al numero 986, non lontano dal suo best ranking. La Crescenzi ha provato a prendere l’iniziativa da fondo, ma la Cappelletti non si è mai lasciata irretire ed è rimasta lucida e presente nei momenti più importanti di un match, equilibrato e molto lottato. Agganciata la parità l’Argentario ha provato ad aggrapparsi al temperamento della giovane marchigiana Sofia Rocchetti, che è rimasta ben dentro la partita però solo un set, il primo, con Gloria Ceschi, padovana doc classe 1998, reduce da una stagione in crescita che le aveva consentito di guadagnare posizioni nella graduatoria Wta. Il confronto si è così allungato al doppio con le padrone di casa avanti 2-1: l’Argentario ha dato fiducia alla Terziyska in coppia con la Rocchetti, ma il riscatto è stato solo parziale, le due sono partite male opposte alla Arcidiacono e alla Ceschi, hanno reagito restando tenacemente avanti nel punteggio nel secondo set, ma sul 5-5 è arrivato il break decisivo delle padovane che non hanno poi fallito l’opportunità di chiudere la sfida e fare un passo probabilmente decisivo verso i i play-off. Niente da fare per il Ct Trento, le tenniste di piazza Venezia hanno tenuto botta con le padovane, senza tuttavia mettere in discussione il risultato finale. Lucrezia Maffei è riuscita a strappare un set alla 2.5 Alice Benvegnù dopo un inizio da incubo, mentre Viola Cioffi ha lottato ad armi pari per un set, ceduto al tie-break, prima di subire il ritmo ossessivo della 2.2 rumena Oana-Georgeta Simion, tennista in ascesa, numero 437 al mondo. Le trentine hanno cullato la possibilità di incamerare almeno un punto in doppio, la Maffei e al Ragona sono state brave a recuperare il set di ritardo alla veterana Maria Elena Camerin e alla 15enne 3.3 Emma Tancredi, ma nel super tie-break è uscita fuori con forza tutta l'esperienza della ex numero 41 al mondo. 

Serie B femminile - Risultati della prima giornata - Girone 3

CS PLEBISCITO PADOVA - CT ARGENTARIO 3-1

Arcidiacono (P) b. Terziyska 6-2 6-0, Cappelletti (A) b. Crescenzi 7-5 6-4, Ceschi (P) b. Rocchetti 7-5 6-2, Arcidiacono-Ceschi (P) b. Rocchetti-Terziyska 6-3 7-5

TC PADOVA - CT TRENTO MEDIOLANUM 4-0

Trevisan (P) b. Ragona 6-2 6-2, Benvegnù (P) b. Maffei 6-0 2-6 10-3, Ene Oana-Cristina (P) b. Cioffi 7-6(4) 6-0, Camerin-Tancredi (P) b. Maffei-Ragona 6-3 2-6 10-1

Classifica: Tc Padova e Plebiscito Padova punti 3, Argentario e Ct Trento punti 0

Così il Prossimo turno - Seconda Giornata - Domenica 12 luglio (ore 15): Ct Argentario - Tc Padova; Ct Trento - Cs Plebiscito

Autore
Luca Avancini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,016 sec.