SporTrentino.it
News

Tornei Itf: Delai ko in Tunisia, Moratelli in Turchia

Ha fatto tre lunghi giri sull’ottovolante di una pazza partita, ma poi alla fine Melania Delai si è ritrovata di nuovo a terra, con tanta amarezza e tanti rimpianti. La seconda settimana sul cemento dell’Hotel Skanes Family di Monastir, in Tunisia, dove si sta giocando il torneo Itf da 15mila dollari, si è aperta con una dolorosa e bruciante sconfitta per la 18enne di Trento, costretta alla resa dopo quasi tre ore di battaglia e sette match point mancati con la 28enne ungherese Vanda Lukacs, numero 568 Wta e ottava testa di serie del tabellone, impostasi per 3-6 6-4 7-6(6). L’elenco delle occasioni perdute è lungo e accresce il rammarico e la delusione, gonfiando il petto della magiara, ostinata e determinata nella sua irriducibile rincorsa. La Delai ha avuto il merito di illuminare il copione per larghi tratti del match, con coraggio e buona varietà di colpi, ma anche il torto di non chiudere quando avrebbe dovuto, lasciandosi sottrarre l’iniziativa proprio nei momenti caldi, quando la Lukacs, sei titoli in carriera e tutti sulla terra battuta, è riuscita a mettere sul piatto la concretezza e l’esperienza necessarie per rovesciare l’inerzia degli scambi. La cronaca: la giocatrice magiara è scattata subito avanti 2-0, ma Melania è stata pronta a rientrare in partita, quindi ad allungare decisa sul 4-2 e a difendere il break di vantaggio. Nel secondo set è stata brava a ricucire l’iniziale svantaggio 1-4, abile a procurarsi due palle per il possibile 5-4, salvo poi incepparsi sul più bello con il servizio, che non l’ha aiutata a evitare la reazione della sua avversaria, e il terzo set. Qui la trentina è tornata nuovamente davanti, 4-2 e 5-3, si è spinta vicinissima al traguardo in testa 5-4 40-0 con la battuta a disposizione, un’altra illusione perché la Lukacs ha colto l’attimo di esitazione della nostra, ed è riemersa in superficie in tempo per cancellare un quarto match point e agganciare la parità. La sfida si è così infilata in quel flash risolutivo di adrenalina e palpitazione che è il tie-break, la Delai l’ha aggredito con rabbia salendo d’impeto sul 6-3, ma poi si è lasciata ancora attanagliare dalla tensione e dalla fretta, che hanno fatto il gioco della tennista ungherese, capace di risalire ancora la china e poi lesta ad approfittare, lei sì, della prima vera occasione per sbarcare al secondo turno.
La Delai si è sfogata in doppio, in coppia con la 24enne romana Giulia Crescenzi; le due hanno schiantato 6-2 6-2 in meno di un’ora proprio la Lukacs e la bosniaca Nefisa Berberovic, seconde favorite del seeding. Forse non è il caso di parlare di rivincita, ma almeno la si può considerare una piccola soddisfazione per le due azzurre (la Crescenzi è uscita nelle qualificazioni), che ora si giocheranno un posto in semifinale con le sorelle giapponese Rina e Yukina Saigo.

Dalle coste turche dell'Antalya, dove è in programma una prova Itf da 15mila dollari, ripartirà invece Angelica Moratelli, numero 483 delle graduatorie. La 26enne di Lavis troverà al primo turno una giocatrice proveniente dalle qualificazioni.

Autore
Luca Avancini

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,422 sec.